Torna alla pagina principale Qui trovi i numeri pregressi Scrivici per intervenire o commentare riContemporaneo.org INTERVENTI ottobre 2012 Gli effetti dei prezzi gonfiati del contemporaneo Gli esperti del mercato ritengono che il contemporaneo abbia ancora prezzi gonfiati, il che farà di “Frieze Masters” (1) l’opportunità perfetta per i collezionisti d’arte contemporanea per investire il loro denaro in settori a minor rischio. «Conosco parecchi collezionisti di contemporaneo che hanno comprato opere antiche, in un caso un importantissimo arazzo medievale. Stanno cominciando a spostarsi a causa della disparità dei prezzi; il mercato contemporaneo è sopravvalutato e il mercato degli antichi maestri è sottovalutato», conferma lo specialista newyorkese di dipinti antichi Richard Feigen, un veterano. Dirottare i collezionisti contemporanei verso un mercato meno performante potrebbe modificare le attuali dinamiche di mercato. «Dalla fine del secolo, la maggior parte dei collezionisti di contemporaneo ha concentrato la propria attenzione quasi esclusivamente sull’arte della metà del XX secolo e sulle arti decorative fino ai giorni nostri, sostiene Michael Plummer, della società di consulenza artistica Artvest Partners, quindi, in prospettiva di investimento, settori collezionistici come la pittura antica, l’arte americana dell’Ottocento e persino pre 1950, che possono rappresentare una vera difesa contro la maggiore volatilità del settore contemporaneo, sono stati tenuti sotto stretta osservazione».[...] di Gareth Harris, da Il Giornale dell'Arte numero 324, ottobre 2012  (1) Fiera londinese di arte contemporanea (11-14 ottobre).      PAGINE TEMATICHE ONLINE                                                            SOMMARIO (in ordine di arrivo)