Giovanni Cerri GIOVANNI CERRI Pittore. E’ nato nel 1969 a Milano, dove vive e lavora. Imbarco, 1976, olio su carta intelata, 55x51
Torna alla pagina principale Qui trovi i numeri pregressi Scrivici per intervenire o commentare riContemporaneo.org FRANCO FRANCESE Sul filo di una quotidianità dolorosa  "Oppresso dalla prevaricante proliferazione di fatture e certificati, di ricevute e bolle (e bollini e bollette) e dalla connessa quotidiana rappresentazione della collettiva degradazione, mi auguro che tutto finisca con una morte secca, senza agonia clinica, disponendo fin d'ora la mia riduzione a cenere, ottima per erbe e piante" (Franco Francese, citato da Giovanni Testori in “Francese disegni giovanili 1932/1945” - Edizioni della Seggiola 1983). Poche righe tratte dalla "digressione autobiografica" di Franco Francese bastano a definire la personalità di questo artista solitario e certamente poco incline al compromesso, in arte e in vita. Una bella mostra di dipinti, disegni e incisioni è in corso presso il milanese Studio del Lauro, spazio d'arte nascosto in una palazzina aperta su un giardino accogliente e silenzioso, poco oltre la trafficata via Monte Rosa, dove Cristina Sissa organizza da alcuni anni poche selezionate e selettive mostre, incentrate sulla generazione degli artisti nati intorno agli anni '30. Una generazione che offre artisti validissimi ancora tutti da scoprire, immeritatamente in ombra rispetto al mercato dell'arte ufficiale. E' il caso anche di Franco Francese, autore indipendente, autonomo rispetto a qualsiasi corrente o tendenza,  non completamente figurativo e non assolutamente informale. Esistenziale, se dovessimo trovare una parola per enunciarlo. In questa mostra, troviamo una panoramica dei suoi temi e motivi di ricerca, illustrati da un pregevole catalogo con prefazione di Stefano Crespi. Vengono presentati lavori scelti che vanno dagli anni della guerra, quindi un Francese poco più che ventenne, con scene di interni, di quotidianità dolorosa e sofferta, fino ad arrivare agli anni'90, poco prima della morte del pittore avvenuta nel 1996. Sono dipinti spesso incentrati sull'ambiente dello studio, dell'atelier, luogo del lavoro della pittura, oppure immagini che hanno per comune denominatore un'attenzione continua verso l'ombra, il mistero, l'enigma della vita. Una riflessione dai toni spesso oscuri e poco consolatori, struggente e malinconica, oppure tenebrosa nei neri, nelle terre e nei grigi estremamente lavorati, macerati, bui e allo stesso tempo colmi di una luce interiore che trapela da una pennellata che apre uno spiraglio, da una raschiatura di spatola che fa intravedere una speranza, una prospettiva lontana. Guerra e dopoguerra, Milano e la nebbia, la periferia e la ricostruzione nei cantieri post-bellici, le macerie dei bombardamenti e le quattro mura nobilmente misere degli "sfollati", la monumentalità di Sironi spogliata e fatta disadorna dei clamori di regime, ma ugualmente solida, plastica, statuaria, qui rivissuta nella disillusione e nel disincanto. Monumentalità che diventa realtà di solitudine, pesante fardello materico di pittura che è consapevole di nascere dalle ceneri di un Novecento messo in crisi dopo il 1945, anno spartiacque tra una generazione che apparteneva a un passato scomodo e tragicamente illusorio, e l'altra ancora in divenire, anch'essa minacciata dall'ideologia contrapposta, ma analogamente pericolosa. Francese non milita, non si schiera, rimane se stesso, in una sua personale linea, alla quale alcuni artisti - più giovani di una decina d'anni - si avvicinano. Sono gli artisti del Realismo Esistenziale, affini nelle tematiche, come Ferroni, Banchieri e Vaglieri. Una nota di merito da segnalare: finalmente si ha l'occasione di vedere un buon corpus di disegni.Troppo spesso dimenticato, infatti, il disegno, lo schizzo, lo "studio" dell'artista è invece preziosissimo per conoscerne il lavoro in divenire, il nascere e il farsi di un'idea. E oltretutto consente al collezionista di acquistare un'opera originale a un costo contenuto, cosa che di questi tempi dovrebbe far riflettere! Studio del Lauro, via Mosè Bianchi 60 - Milano www.studiodartedellauro.it      PAGINE TEMATICHE ONLINE                                                            GIOVANNI CERRI Pittore e organizzatore culturale. E’ nato nel 1969 a Milano, dove vive e lavora. L’INTERVENTO di