numero

| © blogMagazine pensato, realizzato e pubblicato in rete da Giorgio Seveso  dal 2011   |    Codice ISSN 2239-0235 |

riContemporaneo.org | opinioni, polemiche, proposte sull’arte contemporanea

87

CARLO

CATIRI

SPAZIO CROMATICO ARTIFICIALE Tra gli elementi della ricerca che hanno caratterizzato l'esperienza del Bauhaus, quella dello studio dello spazio è sicuramente una delle più significative. La percezione dello spazio dipende da due elementi principali: gli oggetti osservati e lo strumento ottico che li percepisce. A questi due dati imprescindibili si aggiungono però alcuni elementi complementari che determinano la visione. Il movimento, le forme, i colori e la nostra coscienza visiva possono influenzare profondamente il risultato dell'immagine esperita. In questa mia opera rappresento uno spazio cromatico bidimensionale che evidenzia il rapporto tra geometria e natura: un albero artificiale che vuole essere anche una riflessione sulla necessità per l'uomo di un ritorno ad una vita in simbiosi con l'ambiente.

«Spazio cromatico artificiale», 2019, olio e tecnica mista su tela,110x90

polemiche e proposte sull’arte contemporanea

87

CARLO

CATIRI

NAVIGA TRA LE PAGINE